La Storia dello Yoga della Risata

Nel marzo 1995, un medico indiano, a Mumbai, stava scrivendo un articolo, dal titolo “Ridere: la miglior medicina” per una rivista sulla salute. Nella sua ricerca, scoprì diversi studi scientifici che descrivevano dettagliatamente i molteplici benefici della risata per la mente e per il corpo.
In particolare, il Dr. Kataria rimase impressionato dal libro di Norman Cousins, “Anatomia di una malattia”, e dal lavoro di ricerca svolto dal Dr. Lee Berk. Profondamente ispirato, essendo un uomo d’azione, il Dr. Kataria decise immediatamente di provare sul campo l’impatto della risata su se stesso e su altri.
Alle sette del mattino del 13 marzo 1995, si recò nel parco pubblico dove andava di solito a correre, e riuscì a convincere quattro persone a unirsi a lui: fondò così il primo Club della Risata. Risero insieme nel parco, quel giorno, tra il divertimento degli astanti, ma il piccolo gruppo crebbe rapidamente, arrivando a superare i 50 partecipanti in pochi giorni. Negli incontri iniziali stavano in cerchio, mentre una persona, al centro, raccontava una storiella comica. Tuttisi divertivano e si sentivano bene per il resto della giornata.
Dopo due settimane, ci fu un intoppo. Il bagaglio di barzellette e di gag si stava esaurendo e incominciò a venir fuori qualche battuta discutibile. Due partecipanti si sentirono offesi e chiesero di chiudere il club piuttosto che continuare a usare scherzi di cattivo gusto. Il Dr. Kataria chiese ai membri del club un giorno di tempo per sviluppare qualche idea rivoluzionaria che avrebbe risolto la crisi. Quella notte, riguardò la sua ricerca e finalmente trovò la risposta che stava cercando: il corpo non distingue tra una risata simulata e una risata autentica. Entrambe producono la stessa “chimica della felicità”. Il mattino seguente, spiegò questo al gruppo e chiese a tutti di “recitare” una risata insieme a lui per un minuto. Un po’ scettici, i partecipanti accettarono di provare: il risultato fu sorprendente.
Per alcuni, la risata auto-indotta si trasformò rapidamente in risata naturale: questa era contagiosa e ben presto altri seguirono l’esempio. In poco tempo, il gruppo si trovò a ridere come mai prima di allora. La risata sostenuta che ne seguì durò per quasi dieci minuti. Questa idea davvero rivoluzionaria segnò la nascita dello Yoga della Risata.
Comprendendo che c’erano modi alternativi alla comicità per stimolare la risata, il Dr. Kataria sviluppò una vasta gamma di esercizi, che includevano il role-playe altre tecniche teatrali ispirate al suo passato di attore amatoriale. Consapevole dell’importanza della giocosità tipica dell’infanzia, sviluppò altre tecniche per favorirne la presenza all’interno del gruppo.